Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

12
Lun, Nov
Advertisement

Ecomondo anno 20, tutto il mondo sostenibile

Eventi
Tipografia

Green economy, avanti tutta a Ecomondo e ai saloni collegati: Key Energy, Key Wind, Cooperambiente, Sal.Ve, H2R e Condominio Eco. La manifestazione fieristica dedicata all’economia circolare, che si è svolta dal 3 al 6 novembre alla Fiera di Rimini, ha ospitato le proposte innovative di 1.200 imprese, distribuite su 16 padiglioni, 200 seminari con oltre 1.000 relatori e 103.514 (+1,68% sul 2014) visitatori professionali.

Importante la componente straniera: quasi 11.000 operatori e 500 buyer da tutto il mondo. Da segnalare la foltissima rappresentanza da Iran e Cina, organizzata insieme al Ministero dell’Ambiente. Proprio il Ministro Gian Luca Galletti, inaugurando le giornate insieme al Presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini e della Provincia di Rimini Andrea Gnassi, ha sottolineato il vincente accostamento economia e ambiente per un concreto sviluppo.

Di orientamento verde si è parlato agli Stati Generali della Green Economy, che coinvolgono 66 organizzazioni di imprese e fin dalla prima edizione si svolgono nell’ambito di Ecomondo: durante i lavori è stata presentata la Relazione sullo stato della green economy, realizzata dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, dalla quale è emerso che le imprese italiane della green economy rappresentano una realtà consistente in tutti i settori economici. Hanno resistito meglio delle altre alla crisi, esportano di più, vincono sul fatturato, hanno migliori aspettative per il 2015, sono soprattutto di dimensione piccola-media (nell’agricoltura sono diffuse anche fra le grandi) e più delle altre al femminile. Producono beni di qualità ecologica e servizi ambientali (core green), hanno adottato modelli di gestione green (go green) e rappresentano già il 42% delle imprese italiane.

Dagli Stati Generali sono scaturite anche le proposte per raffreddare il clima, inviate al Governo in vista della Conferenza Mondiale di Parigi.

Non poteva mancare la mobilità sostenibile con la speciale sezione H2R – Mobility for sustainability, ideata dal Prof. Fabio Orecchini, professore di Macchine e Sistemi per l’Energia e l’Ambiente. In mostra le tecnologie per auto a GPL, metano e bio-metano, ibride e ibride plug-in, elettriche, idrogeno fuel cell. Presenti nell’area espositiva BMW, Bosch, Cnr, CARe (Center for Automotive Research and evolution), Enea, Ford, Landi Renzo, Lexus, Nissan e Toyota. Superati i 500 test drive a bordo dei mezzi offerti in prova lungo un percorso studiato ad hoc per mettere in rilievo le potenzialità delle varie tecnologie: BMW X5 XDrive40E, in anteprima dinamica nazionale e BMW i3, Ford con Mondeo Hybrid; Landi Renzo con un modello dotato di sistema ad iniezione Landi Renzo Diesel Metano Dual Fuel e vincitore del Premio Fondazione Sviluppo Sostenibile per il settore della mobilità; Lexus NX Hybrid in versione F Sport; Nissan Leaf (e l’anteprima nazionale di Leaf MY 2016 allo stand); Toyota con due anteprime: Mirai, la prima berlina a celle a combustibile alimentata a idrogeno, al suo esordio in prova ad un salone italiano e la Nuova Prius in esposizione statica.

Città Sostenibile, sezione dedicata alla rete delle città intelligenti, ha trattato la mobilità urbana e il ruolo dei sistemi di trasporto collettivo.

Tra le sessioni convegnistiche notevole interesse hanno riscosso le tematiche dell’autotrazione ecologica, come lo sviluppo del Gnl e del biometano.

Dopo l’appuntamento riminese, Ecomondo si è spostata a San Paolo in Brasile, dove dall’11 al 13 novembre ha avuto luogo Fimai – Ecomondo Brasil, frutto dell´acquisizione di Fimai (Feira internacional de meio ambiente industriale e sustentabilidade) compiuta insieme al Gruppo Tecniche Nuove.

Già stabilite le date 2016: i saloni della green economy saranno a Rimini Fiera da martedì 8 a venerdì 11 novembre.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS