Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

12
Lun, Nov
Advertisement

208 motivi per scegliere il GPL

GPL
Tipografia

Peugeot 208 1.2 PureTech GPL Active
La Peugeot 208 torna al gas con una versione rispettosa delle norme sulle emissioni Euro 6. Debutta la 1.2 PureTech GPL che abbiamo provato con l’allestimento intermedio Active 5 porte, l’unica prevista in abbinamento con l’alimentazione a gas.

Modello con molti pregi che evidenziano la convenienza economica ed ecologica del GPL. L’estetica è quella gradevole e personale del restyling 2015: “muso” impreziosito con elementi cromati e luci diurne a Led e posteriore più semplice nei tratti, ma con un insolito paraurti maggiorato ai lati e fari dalla grafica ricercata. Il parabrezza a forte inclinazione e lo spoilerino sopra il lunotto evidenziano la cura aerodinamica malgrado la 208 abbia ingombri (397 cm di lunghezza per 174 di larghezza) da utilitaria pensata per la città.

L’abitacolo sorprende per lo spazio, in particolare in altezza e per le gambe. Le poltrone anteriori sono comode e avvolgenti. Piacciono pure assemblaggi e qualità dei materiali, nonché il design della plancia dominato dallo schermo da 7” del sistema multimediale. Il commutatore/indicatore del livello del gas posto a sinistra del volante è poco visibile e la cicalina addetta a segnalare la fine del GPL è debole. Manca pure l’integrazione con il computer di bordo che riporta solo i dati relativi alla benzina. 

Nel bagagliaio la ruota di scorta è sostituita con un serbatoio da 33,6 litri effettivi (autonomia teorica di 525 km, reale 450 km) e nel vano compare il kit di riparazione rapida dello pneumatico, presenza che non compromette la buona valutazione in termini di finiture, versatilità e capienza (da 285 a 950 litri). 

Trovare la giusta posizione di guida è facile, la vista del cruscotto non è da situare all’interno del volante, ma sopra. Il vantaggio è doppio: la collocazione rialzata rende più immediata la lettura della strumentazione e il piccolo volante sorprende per maneggevolezza. Favorisce il divertimento l’agilità della 208, impeccabile negli inserimenti in curva e con buona tenuta anche guidando al limite, merito pure dell’ESP di serie. Rispetto alle rivali l’assetto è più morbido, quindi si ha maggiore rollio e più comfort nel passaggio sulle buche. Freni efficienti e ben modulabili, cambio preciso negli innesti. 

Scheda tecnica Peugeot 208Il motore, un 3 cilindri 1.2 da 82 CV con testata, valvole e relative sedi ottimizzate per l’alimentazione a GPL, che consente senza velleità sportive, un’andatura briosa. Ottima la elasticità, merito della coppia di 118 Nm a 2.750 giri. Le prestazioni non mutano commutando a gas con il quale si registra solo un lieve aumento nei tempi di ripresa.  

I consumi medi di omologazione sono di 5,0 l/100 km a benzina di 6,4 a GPL, valore intermedio tra gli 8,1 previsti nel ciclo urbano e i 5,4 in quello extraurbano. Le emissioni di CO2 scendono da 113 a 103 grammi/km, il rilascio di inquinanti è ridotto sensibilmente e le spese per il pieno calano del 50%. Il consumo reale a gas registrato durante la prova è di 7,1 l/100 km, per altro ottenuto con diversi tratti con traffico intenso. Il costo chilometrico* è di 0,077 euro/km a benzina e di 0,038 a GPL con un divario di 0,039 euro tra i due combustibili che fa recuperare i 1.500 euro extra previsti per l’impianto Landi Renzo in soli 38.500 km. Il vantaggio economico permane nei confronti della variante a gasolio, la 1.6 BlueHDi da 75 CV, più costosa di 200 euro e con una spesa chilometrica di 0,049 euro.

La Peugeot 208 1.2 PureTech GPL Active a 5 porte è in vendita a 16.650 euro con un equipaggiamento di buon livello comprensivo, tra l’altro, di 6 airbag, ESP, climatizzatore manuale, alzacristalli e retrovisori elettrici, fari diurni a Led e cruise control, mentre sono a richiesta altri dispositivi, come cerchi in lega, volante in pelle e fari ad accensione automatica. In listino anche gli allestimenti Access (15.250 euro) e Allure (18.150 euro) arricchita con climatizzatore automatico bi-zona, fendinebbia con funzione cornering e altro.

* i costi chilometrici sono calcolati considerando i dati di consumo di omologazione e i seguenti prezzi dei carburanti (euro/l): GPL 0,60, benzina 1,55 e diesel 1,40.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS