Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

23
Lun, Lug
Advertisement

Il Motor Show vola

Eventi
Tipografia

Mentre continua a crescere il mercato dell’auto positivi anche i numeri della Fiera di settore

Dal 2 al 10 dicembre il salone dell’auto di Bologna ha raccontato ancora una volta l’automobile e tutto il suo mondo.

Oltre 280mila visitatori, il 20% in più rispetto al 2016, 370 espositori, superficie espositiva di 80mila metri quadrati, 11 padiglioni, 3 aree test drive, 3 piste esterne, 1 pista coperta per i gokart, 500 vetture e 130 moto in esposizione. Migliaia i test drive effettuati con le oltre 100 auto a disposizione. 

In crescita anche le case che hanno voluto partecipare e, tra queste Ferrari, Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Jeep, Abarth, Mopar, Peugeot, Citroen, Ds, Hyundai, Kia, Volvo, Honda, Tesla, Suzuki, Lamborghini, Militem, Cadillac, Corvette, Chevrolet, Bentley, Mc Laren, Maserati. In area test drive SsangYong, Toyota, Mitsubishi. Ma anche Ford con i raduni di Mustang e Focus RS. Per le moto Harley Davidson, Suzuki, Honda, Quadro, Red Moto, Gruppo Buscaroli con Triumph e BMW.

Largo allo spettacolo e ai motor sport. 300 piloti di auto e 186 di moto si sono esibiti nel corso di 40 gare sull’Area 48 – Motul Arena. Ricordiamo i 3 Pit Stop Ferrari, eseguiti da Antonio Giovinazzi con la F60 e il padiglione The World of Motorsport, una vera e propria pitwalk tra i paddock delle squadre corse. Due gli spazi dedicati agli amanti dell’heritage: Passione Classica Racing, con le vecchie glorie delle auto da corsa e Passione Classica Mercato, area dedicata alla compravendita.

Una new entry, l’Open Innovation Hub, spazio dedicato al nuovo che verrà, dove 20 università italiane e 20 start up si sono presentate con le loro progettualità.

Tra le gare Rally, menzione speciale per il Trofeo Pucci Grossi Night Sprint e la 30ª edizione del Memorial Bettega.

Non poteva mancare il gas per auto, rappresentato dal Consorzio Ecogas, che riunisce oltre 1.000 operatori del GPL e del metano per autotrazione, presente al padiglione 22 insieme a Ecomobile. Tra le aziende del settore presenti segnaliamo, sempre al padiglione 22, BRC Gas Equipment, PowerJetLpi e PuntoGas con Slime. L’azienda di Albano Laziale era anche al 25 con lo stand Dim.

 

Metano e GPL ringiovaniscono il parco circolante

Ai convegni di Motor Show Incontra si è parlato anche della situazione del parco circolante italiano, la cui età media è di circa 10 anni. Cosa fare? Tra le proposte avanzate quella di Franco Mingozzi, presidente nazionale CNA Auto, che ipotizza il ricorso alla trasformazione a gas. Una prospettiva realistica se è vero, come ha sostenuto Michele Crisci di Unrae (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri), che per rinnovare il parco da Euro zero a Euro 3 al ritmo attuale delle radiazioni ci vorranno 30 anni. Sul fronte nuove immatricolazioni invece Gian Primo Quagliano, presidente Centro Studi Promotor durante la consueta conferenza stampa che ha fotografato la situazione del mercato dell’auto, ha evidenziato che le motorizzazioni verdi sono passate dal 3,7 del 2007 all’11,4% del 2017.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS