Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Gio, Lug
Advertisement

Distribuzione carburanti e mobilità ecologica

Eventi
Tipografia

Veronafiere dall’11 al 13 ottobre. Undicesima edizione di Oil&nonoil-S&TC, storica fiera europea specifica per il settore dei carburanti e dei servizi per gli automobilisti.

Obiettivo, promuovere l’incontro tra domanda e offerta di chi investe in energia, carburanti e servizi per la mobilità.

Oltre cento espositori in vari segmenti – stazioni e servizi non oil, carburanti alternativi, stoccaggio e trasporto carburanti – per un pubblico composto da investitori, buyer delle compagnie petrolifere, lavaggisti, gestori, trasportatori, proprietari di depositi e retisti, nelle loro diverse articolazioni.

Un comparto centrale per l’economia (solo in Italia 22mila stazioni di servizio e oltre 10mila impianti di autolavaggio) che una serie di fattori indica che il treno è ripartito – sottolineano gli organizzatori – le vendite di auto continuano ad avere segno positivo, l’erogato dei carburanti (diesel e benzina) ha ripreso a salire, si ordinano più cisterne e motrici, le vendite di lavaggi hanno invertito la tendenza negativa, il dinamismo dei nuovi retisti si manifesta in adeguamenti, modernizzazione dei punti vendita, costruzione di nuove aree di servizio.

Accanto all’area espositiva, la manifestazione offre da sempre approfondimenti sugli aspetti tecnico-commerciali e sulle innovazioni, normative di sicurezza, energie alternative. Attenzione particolare anche allo sviluppo delle attività non oil che in Italia, per ragioni legate soprattutto agli orari della grande distribuzione, si concentrano soprattutto in due voci: lavaggio e bar. Per i lavaggisti si sta mettendo a punto, con Assolavaggisti, un’iniziativa che mira a valorizzare la professione e a sottolinearne i contenuti imprenditoriali.

Ogni giornata è dedicata a un tema portante. Martedì 11 dalle 9.30 alle 13.30, in collaborazione con il Comitato Italiano del World Energy Council (WEC), si affronta il tema 2030: quale mobilità, quali “carburanti”, quale rete? (v. sotto). Mercoledì 12 la mattinata è dedicata alla presentazione di un’analisi della rete distributiva dei carburanti con attenzione alla consistenza e collocazione dei nuovi retisti.

Giovedì 13 punto sulle dimensioni della illegalità e soluzioni tecnico-operative per arginare il fenomeno criminale. Già programmati diversi seminari su mobilità elettrica, GNL, idrogeno, metano, lavaggio, sicurezza e privacy.

 

2030: quale mobilità, quali “carburanti”, quale rete?

Un salto nel futuro con il convegno di martedì 11 ottobre che analizza gli scenari possibili partendo da un dato incontrovertibile: oggi il fabbisogno energetico europeo del settore trasporti viene soddisfatto dal petrolio per oltre il 90%. L’Unione Europea ha delineato una specifica strategia – Directive on Alternative Fuels Infrastructure – per la diffusione di infrastrutture a supporto di vettori e carburanti alternativi che migliorino la diversificazione dei fuels impiegati e ne diminuiscano l’impatto ambientale (elettricità, gas, biocarburanti, Idrogeno). Di questo e delle specificità italiane sono chiamati a confrontarsi istituzioni, associazioni e aziende.

 

Ecomobile e Consorzio Ecogas presenti

Il Consorzio Ecogas ed Ecomobile A Tutto Gas News sono presenti a Oil&nonoil-S&TC con uno spazio espositivo al pad. 6, area D3, stand 10. Oltre alla rivista, i visitatori troveranno informazioni aggiornate sui carburanti alternativi, in particolare GPL e metano.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS