Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

02
Mar, Giu
Advertisement

Ford presenta la nuova Puma

Auto Novità
Tipografia

Puma è uno dei 14 modelli elettrificati che Ford introdurrà entro il 2020: come annunciato lo scorso anno, ogni nuovo veicolo lanciato dall’Ovale Blu dopo la Focus, avrà almeno una versione elettrificata.

Motorizzazioni elettrificate

Il sistema di starter/generator utilizzato (BISG) potenzia il motore a benzina EcoBoost 1.0 3 cilindri utilizzando l’energia accumulata per fornire assistenza alla coppia elettrica del motore durante la guida e l’accelerazione normale: consente quindi il recupero e lo stoccaggio di energia durante le decelerazioni del veicolo e la ricarica di un pacco batteria di ioni-litio da 48 volt, raffreddato ad aria. Ha inoltre consentito agli ingegneri Ford di ridurre il rapporto di compressione del motore EcoBoost 1.0 e di aggiungere un turbocompressore più grande per una maggiore potenza, attenuando il turbo lag con l’integrazione della coppia che fa girare il motore più velocemente per mantenere sempre performante la risposta del turbocompressore.

Offerto con potenza da 125 e 155CV, la motorizzazione Mild-Hybrid monitora continuamente il modo in cui il veicolo viene utilizzato per determinare quando e con quale intensità ricaricare la batteria e quando utilizzare la carica della batteria immagazzinata, con la sostituzione oppure l'integrazione della coppia.

Capace di riavviare il motore in circa 300 millisecondi, il BISG consente inoltre alla tecnologia Start&Stop di Puma EcoBoost Hybrid di operare in una gamma più ampia di scenari per un risparmio ancora maggiore di carburante, anche in caso di decelerazione fino a una velocità inferiore ai 15 km/h e anche quando il veicolo è in marcia con il pedale della frizione premuto: si può scegliere tra una gamma avanzata di propulsori Ford EcoBoost a benzina e Ford EcoBlue diesel, tutti equipaggiati di serie con la tecnologia Start&Stop per ridurre ulteriormente i costi di gestione e una trasmissione manuale a sei rapporti.

Inoltre, il motore EcoBoost 1.0 da 125CV di Puma garantirà emissioni di CO2 di 131 g/km consumi e consumi da 5.7 l/100 km WLTP (da 103 g/km e 4.5 l/100 km NEDC). A seguito del lancio, verrà introdotta anche una motorizzazione diesel e la trasmissione automatica a doppia frizione a sette rapporti, abbinata al motore EcoBoost.

Puma offre anche la tecnologia dei Drive Modes che consente ai conducenti di impostare i parametri di acceleratore, sterzo e controllo della trazione, oltre ai tempi del cambio per i modelli automatici, per modulare le prestazioni ai diversi scenari di guida. Le modalità di guida, tra cui Normal, Eco, Sport, Slippery e Trail consentono di personalizzare la propria esperienza di guida in base alle condizioni stradali e meteorologiche.


Il design incontra la praticità

Puma presenta una linea del tetto bassa e inclinata, per una silhouette immediatamente riconoscibile e introdotta con allestimenti ben definiti le cui diverse declinazioni riflettono le preferenze di una vasta fetta di pubblico:

- La Puma ST-Line X -disponibile in una palette di 10 colori- è proposta con cerchi in lega da 18’’ o da 19’’ colore nero opaco e sospensioni sportive con molle e ammortizzatori dedicati, nonché pedaliera in alluminio. Nella parte anteriore, la griglia ST-Line presenta elementi neri opachi e cornice lucida, come quella dei fendinebbia e uno spoiler sul tetto più grande e funzionale.

- Puma Titanium X offre uno stile più elegante con finiture premium e cerchi in lega a 10 razze da 18’’ Pearl Grey, dettagli in colore nero lucido e cromature per la griglia a nido d’ape, le cornici dei fendinebbia, le minigonne laterali, mentre diffusore posteriore e la piastra paramotore presentano riflessi grigi metallizzati. Gli specchietti retrovisori, nello stesso colore della carrozzeria, includono indicatori di direzione integrati e luci di posizione che illuminano il terreno adiacente, quando vengono aperte. E' la prima Ford dotata di rivestimenti dei sedili rimovibili e lavabili, inoltre, gli interni sono ulteriormente arricchiti dal volante in pelle, da applicazioni effetto legno che rivestono la lunetta del quadro strumenti e il cruscotto, e da inserti in tessuto a motivi geometrici per le portiere.


Spazio innovativo

Con le proporzioni da crossover compatto è offerto uno spazio per i bagagli posteriori di 456 litri ed uno spazio di carico senza compromessi: il MegaBox -capacità di 80 litri in uno spazio di 764 mm di larghezza, 753 mm di lunghezza e 306 mm di profondità, in grado di alloggiare oggetti instabili fino a circa 115 cm di altezza in posizione verticale- .

Realizzata con il 100% di carta riciclata e una colla a base d’acqua, il piano regolabile del bagagliaio presenta una struttura a nido d’ape ispirata alle celle esagonali utilizzate nella costruzione di componenti degli aerei e delle supercar, molto resistente. Lo stivaggio a bordo della Puma è reso ancora più semplice grazie alla tecnologia del Hands-free Tailgate, che consente l’accesso al vano portabagagli con un semplice movimento del piede sotto il paraurti posteriore.


Ford Co-Pilot

A bordo di Puma, è stata introdotta un’ampia gamma di tecnologie che utilizzano 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori a ultrasuoni, racchiusi nell’innovativo Ford Co-Pilot migliorandone sicurezza e guidabilità.

L’Adaptive Cruise Control ha diverse funzionalità innovative:
- Stop&Go che consente al sistema ACC di arrestare completamente il veicolo nella fase di partenza-arresto utilizzando fino al 50% della forza frenante totale e la rimette in marcia automaticamente se la durata dell’arresto è inferiore ai 3 secondi - in caso di arresto superiore alla tempistica il conducente può premere il pulsante al volante o applicare delicatamente l’acceleratore-.
- Local Hazard Information, avviso di pericolo in tempo reale che può informare i conducenti di eventuali situazioni pericolose sulla strada da percorrere: Le notifiche in merito vengono inviate in base ai dati forniti da HERE Technologies provenienti dalle autorità locali, dai servizi di emergenza e dai dati di guida provenienti dagli altri veicoli connessi al cloud.
- Blind Spot Information System (BLIS) con Cross Traffic Alert che segnala al conducente quando altri veicoli si avvicinano ai lati nell’angolo cieco e consente, nel caso in cui il guidatore non risponda alle segnalazioni, di frenare per evitare o ridurre le conseguenze di una eventuale collisione.
- la versione aggiornata del sistema Lane-Keeping che ha introdotto la funzionalità Road Edge Detection in grado di riconoscere gli eventuali cambiamenti del manto stradale: il sistema può applicare la coppia per evitare che il veicolo perda aderenza.
- Active Park Assist che agevola il parcheggio con manovre completamente automatizzate, sia in parallelo sia in perpendicolare, identificando gli spazi adeguati.
- Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection che è in grado di rilevare pedoni presenti sulla strada o che potrebbero attraversare nella traiettoria del veicolo -in caso di potenziale collisione e di una mancata risposta da parte del conducente, il sistema applica automaticamente i freni-.
- Post-Collision Braking che, in caso di incidente, è in grado di ridurre l’impatto di una potenziale collisione secondaria, applicando automaticamente una moderata pressione sui freni.
- Evasive Steering Assist: aiuta a evitare le collisioni derivanti da eventuali veicoli che procedono a rilento o inaspettatamente fermi, presenti sulla strada.
- Wrong Way Alert: il sistema di avviso di marcia in contromano, utilizza una telecamera installata sul parabrezza e sfrutta le informazioni ottenute dal sistema di navigazione della vettura indicando al conducente di fermarsi o invertire il senso di marcia mediante avvisi acustici e visivi, proiettati sia sul computer di bordo, nel caso in cui si oltrepassino due segnali di ‘senso vietato’ su una rampa di accesso per strade a scorrimento veloce o autostradale

Per la prima volta su un modello Ford del segmento B, sarà presente una telecamera posteriore (Rear View Camera) che garantisce una visibilità di 180 gradi, che può essere visualizzata sul touchscreen all’interno dell’automobile, in modo che i pedoni, i ciclisti e gli altri veicoli possano essere visti più facilmente durante le manovre di retromarcia in uscita da parcheggi o passi carrai.

Ford Puma ha conquistato le 5 stelle dall’autorità indipendente per i crash test Euro NCAP: ha guadagnato il massimo del punteggio in base ai protocolli più rigorosi introdotti nel 2018.


Tecnologia a servizio di Puma

Per gestire al massimo ogni impegno, le features innovative includono il pad di ricarica wireless per ricaricare i propri dispositivi anche in movimento ed evita di occupare uno dei due ingressi USB di Puma con il cavo di ricarica: il sistema è compatibile con Apple CarPlay e Android Auto™ senza costi aggiuntivi, ed è supportato da un touchscreen centrale da 8’’ con funzione pinch&swipe.

La tecnologia del modem on-board FordPass Connect trasforma Puma in un W-iFi hotspot con connettività disponibile fino un massimo di 10 dispositivi. Il sistema fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui il Vehicle Locator, il Vehicle Status che fornisce informazioni relative ai livelli di carburante, dell’olio e del sistema antifurto, il Door Lock/ Unlock, che consente l’accesso remoto alla vettura e il Remote Start, che consente l’accensione da remoto per le versioni a trasmissione automatica da 7 rapporti.

Infine, il quadro strumenti completamente configurabile, consente ai conducenti di personalizzare e gestire la visualizzazione delle informazioni, tra cui le tecnologie di assistenza alla guida e le notifiche del navigatore, utilizzando la tecnologia free form che consente un design delle immagini senza interruzioni.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS