Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

24
Ven, Mag
Advertisement

GNL accordo per l’uso

Flash News
Tipografia

Il 13 marzo è stato siglato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, un protocollo di collaborazione tra le associazioni Assoporti, Federchimica/Assogasliquidi, Assocostieri, Confitarma e Assarmatori, per l’utilizzo del Gnl (gas naturale liquefatto) nei porti italiani quale carburante per la propulsione delle navi e la gestione dei servizi di bordo.

La direttiva Dafi sullo sviluppo del mercato dei carburanti alternativi individua il Gnl tra i carburanti su cui puntare per una riduzione delle emissioni inquinanti nel settore trasporto, compreso quello marittimo, che rappresenta un mercato importante in termini di volumi. 

Le associazioni, con il coordinamento dell’Associazione dei Porti Italiani, metteranno a disposizione le specifiche competenze e con l’istituzione di gruppi di lavoro affronteranno gli aspetti legati all’uso del Gnl, con l’obiettivo di sottoporre proposte e indicazioni al Tavolo istituito. Francesco Franchi, Presidente di Assogasliquidi: "Il GNL è una fonte energetica, già pronta e collaudata, che grazie alle sue proprietà ecologiche può dare un forte aiuto al nostro Paese per ridurre l’inquinamento atmosferico, in tutti i settori dove può essere sfruttato, dal trasporto marittimo, a quello stradale pesante, agli impieghi industriali non raggiunti dal metano, alle utenze off-grid. Per questo è stato individuato dall’Unione europea, nella direttiva “Dafi”, quale carburante alternativo sul quale puntare per ridurre le emissioni inquinanti nel settore dei trasporti”.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS