Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

25
Lun, Mag
Advertisement

Assogasmetano: la scomparsa del Presidente e fondatore Paolo Vettori

Attualità
Tipografia

E’ venuto a mancare pochi giorni fa Paolo Vettori, Presidente di Assogasmetano, l'Associazione nazionale imprese distributrici metano autotrazione, che ha costituito nell’agosto del 2008. Una figura che ha contribuito a fare la storia del settore del gas naturale per i trasporti in Italia, nel quale era attivo dal 1973, come traspare dalla sua biografia.

Presidente di Federmertano dal 1974 al giugno 2008, nel 1986 ha promosso la “Carta mondiale del metano carburante” sottoscritta nel corso del congresso internazionale “Metanauto” da lui promosso e organizzato, da rappresentanti di 16 paesi. Tale documento ha dato l’avvio alla costituzione dell’Associazione mondiale IANGV (International Association Natural Gas Vehicles) nella quale ha svolto il ruolo di vicepresidente dal 1988 al 1990.

Dal 1994 al 2000 quale membro dell’ENGVA (European Natural Gas Vehicles Association) ha rappresentato l’Italia. Nel 1993, su sollecitazione di Aziende del comparto industriale del metano auto, ha costituito NGV-System Italia, consorzio - che ha diretto fino al 2000 - nato per certificare il sistema CNG (compressed Natural Gas) e per promuovere il “sistema Italia” nel mondo.

Dal 1995 al 2000 è stato chiamatati a presiedere i comitati tecnici dell’ISO (International Standard Organisation) che hanno elaborato gli standard tecnologici per i veicoli a metano (OEM), oggi parte integrante e sostanziale delle norme internazionali per detti veicoli e per le modalità retrofit (veicoli trasformati bi-fuel). Con tale ruolo ha partecipato anche ai lavori dei comitati tecnici del CEN (Comitato di normazione Europeo) per la elaborazione delle norme costruttive delle stazioni di rifornimento di metano e al GRPE (organismo ECE/ONU con sede a Ginevra), per la elaborazione delle norme a livello mondiale per i veicoli e i suoi componenti.

Fin dal 1984 ha partecipato a diversi gruppi di lavoro presso i Ministeri dell’Ambiente, Interni e Trasporti per lo sviluppo di norme sulla distribuzione e l’impiego del metano autotrazione per uso privato e pubblico, nonché per il trasporto a mezzo carri bombolai.

Nel 1984, in collaborazione con l’Università di Verona e l’Istituto motori, CNR di Napoli, ha dato l’avvio agli studi per gli autobus urbani a metano. Come Presidente di Federmetano è stato membro del Consiglio direttivo di CUNA (ente di normazione italiano per i veicoli, federato UNI) e del comitato scientifico di Euromobility.

Ha collaborato con mezzi di informazione (radio e TV locali e nazionali, quotidiani e riviste specializzate) trattando e scrivendo di temi energetici ed ambientali. Anche Ecomobile ha potuto ospitare le sue riflessioni, in particolare sul numero in distribuzione (marzo - aprile 2020, a pagina 16), con un intervento dal titolo "Assogasmetano: metano per auto, un settore in sviluppo".

Ha tenuto numerose relazioni in importanti congressi nazionali (oltre 100) e internazionali (Vancouver, Buenos Aires, Kiev, Mosca, Kuala Lumpur, Barcellona, Goteborg, Bruxelles, Varsavia), dedicati a questioni energetiche e ambientali Nel 2002 ha ricevuto nel corso del congresso mondiale dell’IANGV, tenuto a Washigton “International Champion Award”, quale esponente più rappresentativo e operativo a livello Europeo nel campo del metano autotrazione.

Nel 1982 ha ideato il congresso internazionale METANAUTO, poi promosso da Federmetano, creandone il programma scientifico e la sua realizzazione convegnistica ed espositiva. Manifestazione di rilievo mondiale che si è svolta in Italia a cadenza biennale fino al 2007.

Nel marzo 2010 ha promosso e organizzato in collaborazione con il comune di Parma e ICBI (Iniziativa del Ministero Ambiente per i Combustibili a Basso Impatto), e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, la prima conferenza nazionale sul metano per i trasporti.

Ha partecipato ai lavori di elaborazione della tabella CUNA per la definizione delle caratteristiche tecniche e qualitative delle officine di trasformazione dei veicoli a gas (metano e Gpl). Successivamente ha promosso la realizzazione a livello nazionale dei corsi di attuazione di detta tabella. Corsi ai quali hanno partecipato fino ad oggi quasi 600 officine.

Nel dicembre 2007 con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico è stato nominato membro del Comitato Fondo Bombole Metano. Organismo preposto alla gestione della sicurezza del parco bombole metano in esercizio sui veicoli alimentati a metano, quale rappresentante dei distributori.