Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

Sidebar

12
Wed, May
Advertisement

What will cars be like in the future? Many think there isn’t a single solution and above all the solution hasn’t been found yet, unless there is some sensational leap in technological progress, starting from resolution of the problems connected with batteries.

While the world’s leaders sign the Paris climate agreement in New York, in the automotive world Volkswagen reaches an agreement with the United States to remedy its “dieselgate”:

Volkswagen, un grave colpo alla buona fede. Sebbene da tempo si respirassero odori sospetti nel mondo dei costruttori per quanto riguarda emissioni e consumi, una dimostrazione così eclatante di disonestà ha scandalizzato tutti: detrattori del das auto tedesco, consumatori, governi, nonché, ovviamente, gli operatori della mobilità sostenibile e dell’energia. Ed anche i maggiori azionisti della casa di Wolfsburg, che potrebbero intentare una causa da 40 miliardi.

È il 1992 quando i veicoli con alimentazioni ecologiche, grazie al decreto noto come Ripa di Meana (era il Ministro dell’Ambiente), guadagnano il permesso di circolare anche nelle giornate di limitazione al traffico, tutt’ora valido e più che mai attuale, vista la frequenza dei superamenti dei livelli consentiti di inquinanti nelle città.

È già una pietra miliare l’enciclica Laudato sì di Papa Francesco, dedicata alla cura della casa comune, ovvero al pianeta, all’ambiente e alla visione del Pontefice per assicurare continuità e giustizia all’umanità.

More Articles ...

Page 4 of 5
Sign up via our free email subscription service to receive notifications when new information is available (signing up you accept our privacy policy).
Advertisement