LA RIVISTA INTERNAZIONALE DELLA TECNOLOGIA INNOVATIVA PER LA MOBILITA' 

 

Navigazione


In primo piano:


Quanto si risparmia

utilizzando il gas per autotrazione?

Calcola da solo il tuo risparmio


Driving Tests.

Abbiamo provato per voi delle auto a gas (GPL e metana) sia con impianti di serie che montati in aftermarket

 

see Driving T. in English


Turismo ecologico:

Località, Paesi e città italiane votate all'ambiente


Il Gas nel Mondo:

Notizie e dati sull'uso del gas per autotrazione negli altri Paesi del mondo


Il Mondo del Gas:

Tutto quello che bisogna sapere sul gas per autotrazione


Elenco distributori Gas

   


Prossimo appuntamento


Ecomobile è media partner di


La distribuzione di GPL in Serbia

 

 

Il presidente Boris Tadić

 

 

Serbia

 

 

 

 

 

Un mercato

in espansione

La Serbia (Република Србија, Republika Srbija) è nella regione dei Balcani, sud-est Europa, La capitale è Belgrado e confina con Ungheria, Romania, Bulgaria, Kosovo, Macedonia, Albania, Montenegro, Bosnia-Erzegovina e Croazia. Era confederata al Montenegro che nel referendum del 2006 ha votato per l'indipendenza divenendo uno Stato sovrano. Paese membro delle Nazioni Unite, del Consiglio d'Europa е dell'Organizzazione della Cooperazione Economica del Mar Nero.

La convenzione bilaterale siglata lo scorso gennaio tra il Ministro dell'Economia Mladjan Dinkic e il commissario Ue per il commercio Karel De Gucht ha accelerato il cammino europeo con la liberalizzazione dei mercati e l’adeguamento alle norme dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC). L’entrata nella UE è prevista per i prossimi mesi. Considerata dal Fondo Monetario Internazionale un paese con sviluppo medio-alto ed economia in crescita, con settori industriali importanti (agroalimentare, chimico, meccanico e manifatturiero) localizzati soprattutto in Vojvodina (Novi Sad e Subotica) e Serbia Centrale.

A giugno l’incremento Pil del 3,4% (Istituto statistica serbo Rzs), conferma la positiva inversione di tendenza dopo la recessione del 3% del 2009 e una prima ripresa nel 2010, chiusa con crescita su base annua dell'1,8%. Anche per il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) le previsioni di crescita 2011 si attestano al 3%. Il 22 novembre una legge regola ha cancellato i debiti di diverse società pubbliche, sulla base di prestiti stranieri. I disoccupati sono 7,3 milioni (20%) : per stimolare l’occupazione la Serbia dovrebbe raggiungere una crescita economica del 5% annuo puntando sugli investimenti esteri. 

L’ecologia è al centro della politica serba: il ministro dell'Ambiente, della Mineraria e della Progettazione Spaziale del Governo Oliver Dulic, in occasione della 19° sessione della Commissione dell'ONU per lo sviluppo sostenibile (maggio 2011), ha sottolineato l'importanza dell'economia verde, che può impiegare milioni di persone, migliorare l'ambiente ed elevare la coscienza del pubblico sul problema della tutela dell'ecosistema e dello sviluppo sostenibile. Le aree naturali protette coprono circa il 5% del territorio, con 5 parchi nazionali (Đerdap, Fruška Gora, Kopaonik, Šara, Tara), 120 riserve, 20 parchi e 470 monumenti naturali. L'ente preposto all’ambiente è l'Istituto per la Protezione della Natura (SEPA), organo del Ministero della Protezione ambientale: monitoraggio aree protette, rilevazione e gestione dei dati ambientali anche relativi all'inquinamento. Nel 2010 il consumo di GPL auto in Serbia è stato di 249 mila tonnellate per 550.000  veicoli. Il prezzo è di 0.53-0.56 euro/litro e i punti di rifornimento più di 600 (molti aperti 24h), delle compagnie OMV, EKO Hellenic, Mol, Lukoil, Mb Gas ed Eurogas. Il governo sta lavorando all’aggiornamento della normativa per la costruzione dei distributori stradali, che risale al 1971. Diversi i numeri del metano auto: solo 519  veicoli (di cui 25 autobus) e 8 distributori (dati NGVA Europe al dicembre 2010).

Per quanto riguarda il GPL, importante la spinta di Fiat, che dopo aver rilevato e ampliato gli stabilimenti Zastava a Kragujevac (700 milioni di investimenti con FAS, Fiat Automobili Srbija) ha affrontato il tema delle supply chain (gestione delle catene di distribuzione) promuovendo l'insediamento di un adeguato numero di fornitori di componentistica. Fiat punta a produrre in Serbia il 5% della componentistica di tutto il gruppo, per un valore di oltre un miliardo e mezzo di euro e ha avviato la produzione della Punto Classic anche in versione GPL, grazie al veloce sviluppo di questo carburante ecologico nel Paese. Ma anche altri italiani fanno crescere il gas in Serbia: fra questi i costruttori di kit di conversione Landi Renzo e Zavoli.

 

Se avete commenti o volete scrivere al direttore, usate: direttore@ecomobile.it

 

      

     

In collaborazione con

 

In cooperation with

   
 
 
         
               
 

PRIVACY

È un prodotto editoriale Edit by  CENTRO STAMPA E MEDIA Srl Bologna P.ta IVA 01554891208

Agg. 13/08/2013 19:00