Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

24
Lun, Set
Advertisement

Emissioni, obbligatorie dal 1° settembre le nuove prove

Tecnica
Tipografia

È definitivo. Dal 1° settembre per poter circolare sulle strade europee i nuovi modelli di autoveicoli in fase di omologazione dovranno superare prove più affidabili delle emissioni in condizioni di guida reali (emissioni reali di guida, Real Driving Emissions - RDE) nonché una prova di laboratorio migliorata (procedura di prova per i veicoli leggeri armonizzata a livello mondiale, World Harmonised Light Vehicle Test Procedure - WLTP).

Entrambe saranno introdotte gradualmente per gli autoveicoli nuovi in fase di immatricolazione tra il 2018 e il 2019.

Cambiamento del quale si sentiva il bisogno, soprattutto dopo lo scandaloso dieselgate: una rivoluzione destinata a imprimere un’accelerazione a sperimentazioni, controlli, e investimenti delle case auto per ridurre gli inquinanti (anche per non pagare costosissime sanzioni).

Le nuove prove, sottolinea un comunicato della Commissione Europea, garantiranno risultati più attendibili e contribuiranno a ripristinare fiducia sulle prestazioni dei nuovi veicoli. 

Elzbieta Bienkowska, Commissaria responsabile per il Mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le PMI: è fondamentale disporre di prove aggiornate e più affidabili per gli autoveicoli nuovi mentre, per quelli già in circolazione, gli Stati membri devono assolvere i loro compiti, ossia dare esecuzione alle norme e adottare nuovi provvedimenti, insieme a tutte le parti interessate, al fine di ridurre le emissioni del parco veicoli esistente.

Aegpl, associazione europea degli operatori del settore GPL, si è dichiarata fiduciosa che le nuove procedure confermeranno ancora una volta i benefici ambientali dell’autotrazione a gas. Benefici già evidenziati da test in condizioni reali di guida effettuati su alcuni veicoli da esperti indipendenti (vedi l'articolo Orgoglio GPL) che hanno dimostrato come i veicoli a GPL consentano una riduzione quasi totale delle polveri sottili e fino ad oltre il 70% degli NOx. Per Cécile Nourigat, responsabile GPL auto per Aegpl, scegliere il GPL significa ridurre l’inquinamento e proteggere la salute.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS