Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

16
Ven, Nov
Advertisement

Qualità dell’aria, misure antismog condivise nel bacino padano

Ambiente
Tipografia

Le quattro regioni della pianura padana – Emilia Romagna, Piemonte, Veneto e Lombardia – grazie a un accordo firmato in giugno a Bologna durante il G7 Ambiente hanno adottato misure comuni per contrastare l’inquinamento.

Infatti come fa notare il ministro dell’Ambiente le polveri sottili non si fermano al confine di un comune

In Piemonte e Veneto al momento di andare in stampa non erano ancora approvate le delibere, Emilia Romagna e Lombardia sono partite il 1° ottobre: vengono favoriti i mezzi a basso impatto ambientale, GPL, metano elettrici e ibridi non subiscono limitazioni.

DAL 1 OTTOBRE AL 31 MARZO 2018

Emilia Romagna – In 30 comuni dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche dalle 8.30 alle 18.30 non circolano i diesel fino a euro 3, benzina fino a euro 1 e ciclomotori pre-euro. Sul sito Liberiamo l'Aria per ogni comune dati in tempo reale, ordinanze, mappe e deroghe. Tra queste la libertà di circolazione per i mezzi con almeno 3 persone a bordo se omologati per 4 o più posti e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling). In caso di sforamento delle Pm10 per 4 giorni consecutivi restrizioni estese ai diesel euro 4 e divieto di sosta con il motore acceso. Le misure emergenziali restano in vigore fino al primo giorno di aggiornamento del bollettino (il primo lunedì o giovedì successivo al giorno del blocco). Sono prorogate se i livelli rimangono superiori alla soglia.

Lombardia – In 570 comuni delle Fasce 1 e 2. Dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, fermi i benzina euro 0 e i diesel euro 0, 1 e 2. Limitazioni per motocicli e ciclomotori due tempi euro 1 nei comuni di Fascia 1, nei giorni feriali dalle 7.30 alle 19.30; per gli euro 0 il divieto di circolazione in tutta la regione, tutto l’anno, 24 ore su 24. Esclusi i diesel con abbattimento delle polveri sottili e i veicoli con almeno tre persone (car pooling). Divieto di circolazione dei diesel euro 3 rimandato al 1 ottobre 2018. Le misure per situazioni di accumulo inquinanti vengono stabilite dai sindaci dei Comuni con più di 30mila abitanti.

 

Misure già attive

L’emergenza smog, sempre più cronica, non conosce stagioni. Quest’anno il picco di polveri sottili non ha aspettato l’inverno, complice l’assenza di piogge, e in diverse città sono scattate le prime misure emergenziali, dopo il quarto giorno consecutivo di sforamento delle Pm10: blocco dei diesel fino all’Euro 4. Domeniche ecologiche 19 novembre 17 dicembre, 21 gennaio e 11 febbraio. In diversi dei 30 comuni dell’Emilia Romagna a Torino (dove lo stop potrà riguardare anche i diesel Euro 5), in Lombardia nelle province di Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova, Lodi e Monza (per Comuni con più di 30mila abitanti).

 

le linee guida per i Pums

Decreto del ministero Infrastrutture e Trasporti (Mit) 4 agosto 2017 (Gazzetta Ufficiale n. 233 5/10/2017) Individuazione delle linee guida per i Piani Urbani di Mobilità Sostenibile, ai sensi dell’articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257. In attuazione del Dlgs Dafi sulle infrastrutture per carburanti alternativi favorisce l’applicazione la redazione dei Piani sul territorio nazionale, con l’individuazione di strategie e azioni per soddisfare i bisogni di mobilità e migliorare la qualità della vita. Per monitorare l’attuazione sarà istituito un tavolo tecnico presso il Mit entro 60 giorni dall’entrata in vigore.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS