Avvertenza: questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie si veda l'informativa sui cookie.

12
Dom, Lug
Advertisement

Duster GPL, economia ed ecologia

GPL
Tipografia

Approdata sul mercato nel 2010 con lo slogan “il Suv per tutti”, la Dacia Duster ha mantenuto la promessa collezionando record di vendite nel suo segmento. Un successo frutto di un riuscito mix tra un’estetica piacevole, una meccanica affidabile e un rapporto prezzo/contenuti competitivo.

Ricetta vincente, riproposta e migliorata che ha reso la Duster ancora più appetibile, come conferma l prova della versione più “pulita” ed elegante in listino, la Prestige 4x2 GPL 1.6 SCe.
L’estetica è ora più raffinata grazie al nuovo disegno della calandra e dei gruppi ottici, dove debuttano le luci diurne a Led. Ad aumentare la sensazione di solidità sono i paracolpi inseriti alla base dei paraurti e i vistosi parafanghi in stile offroad, pur essendo le versioni a gas disponibili solo con trazione anteriore.
Elementi che fanno apparire il Suv più grande delle reali dimensioni (è lunga 434 cm, larga 180 e alta 169), non troppo dissimili da quelle di una Golf.
L’abitacolo offre comfort a cinque adulti, ampie poltrone regolabili anche in altezza e numerosi centimetri per spalle e testa.
La plancia punta sulla praticità, con il display centrale orientato verso il guidatore a riportare le informazioni del sistema di infotainment e della videocamera posteriore utile per evitare urti durante i parcheggi.
I pochi comandi si limitano alle manopole del climatizzatore automatico, ai tasti sul volante e quelli a sinistra della plancia dove c’è il conclassico commutatore/indicatore del livello del carburante. Di facile lettura è il cruscotto con al centro un piccolo display che riporta dati del computer di bordo, ma mancano quelli relativi a consumo medio e istantaneo.
Lo spazio è abbondante anche per gli oggetti, merito dei numerosi vani presenti nell’abitacolo (incluso il comodo cassetto sotto sedile passeggero) e al grande baule da 478 litri, 1.623 con i sedili posteriori ripiegati. Valori identici a quelli delle monofuel malgrado il serbatoio da 33,6 litri effettivi sotto il piano di carico che consente un’autonomia a gas di 436 km, 1.269 utilizzando anche i 50 litri di benzina.
Su strada si apprezzano il comfort conferito dall’assetto morbido che rileva un po’ di rollio in curva, ma senza compromettere la tenuta di strada e la sicurezza.
Agile da guidare in città grazie allo sterzo reso leggero dalla servoassistenza elettrica, precisa ad andature più sostenute che mettono in evidenza pure l’efficace impianto frenante malgrado i tamburi posteriori.
Apprezzabili gli innesti del cambio e la frizione leggera da azionare. Il motore è il 1.6 aspirato ottimizzato per l’alimentazione a gas con il rinforzo delle valvole e relative sedi. L’impianto GPL, montato in fabbrica e firmato Landi Renzo, riduce la potenza da 115 a 109 CV e ladotaziolunghi e della presenza dello Start&Stop. Omologato per “bere” in media 6,8 l/100 km a benzina e 8,7 a GPL (10,3 in città, 7,7 nel ciclo urbano), la Duster ha sorpreso per la poca “sete”, complice un test effettuato in prevalenza su strade statali poco trafficate.
Escludendo il migliore risultato ottenuto (7,0 l/100 km realizzato in modalità Eco), appare semplice stare sotto gli 8,0 l/100 km a tutto vantaggio del risparmio, comunque cospicuo anche considerando i dati ufficiali: la spesa chilometrica scende da 0,110 euro benzina a 0,052 euro a GPL.
Un risparmio del 50% che permette di recuperare i 500 euro di differenza di listino in meno di 10.000 km. Poco competitiva la variante a gasolio, la 1.5 Blue dCi da 115 CV, più cara di 1.650 euro rispetto alla bifuel e con un esborso chilometrico di di 0,066 euro. Tra gli effetti benefici del gas citiamo pure la riduzione delle emissioni di CO2 da 156 a 141 grammi/km e l’omologazione Euro 6d-TEMP, la più severa in termini di rilascio di inquinanti.
La Dacia Duster Prestige 4x2 GPL 1.6 SCe è in listino a 16.450 euro con una dotazione di alto livello. Di serie ci sono sei airbag, alzacristalli e retrovisori (con monitoraggio dell’angolo cieco) elettrici, navigatore, climatizzatore automatico, sensori parcheggio e retrocamera, volante in pelle, cruise control, e cerchi in lega da 17”. Per risparmiare si può optare per l’Essential (13.750 euro) o per la Comfort (15.450 euro) che ha allestimento di poco inferiore all’auto in prova.
La garanzia è di 3 anni o 100.000 km.

 

MOTORE
4 cilindri di 1.598 cc
ALIMENTAZIONE
Benzina GPL
POTENZA a 5.500 GIRI
155/84 cv/kW 109/80
COPPIA a 4.000 GIRI
156 Nm 144
VELOCITÀ MASSIMA
172 Km/h 169
ACCELERAZIONE 0-100 KM/H
12,2 secondi 12,6
CONSUMO MEDIO SU STRADA
6,8 l/100 Km 8,7
EMISSIONI CO2 SU STRADA
156 g/km 141

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Iscriviti al nostro servizio di newsletter e sarai avvisato quando sono disponibili nuovi articoli (iscrivendoti, accetti la Privacy policy).
Advertisement